BERLUCCHI
LOMBARDIA – FRANCIACORTA

PREMI
Vitae 2018 La Guida dei Vini – 3 Viti Berlucchi ‘61Brut – Satèn – Rosé

Poche altre cantine possono vantare un legame così stretto con il territorio che le circondano come Berlucchi con la Franciacorta. Da più di cinquant'anni, infatti, questo storico marchio italiano significa spumante di qualità non solo nel nostro paese ma nel mondo intero

Un racconto decennale che inizia con l'incontro tra Guido Berlucchi - già produttore di vino e ai tempi in cerca di un consulente enologico - e il giovane e dinamico enologo Franco Ziliani, che insieme si chiesero: “E se facessimo uno spumante alla maniera dei francesi?”. Fu in quell'occasione che nacque l'idea di cimentarsi con la produzione - una vera e propria sfida - di un metodo classico italiano in provincia di Brescia. Dopo qualche annata poco felice, con la vendemmia del 1961 e con le prime tremila bottiglie prodotte nasceva la Franciacorta che oggi tutti conosciamo 

Oggi, in completa conversione all’agricoltura biologica e gestiti in maniera totalmente ecosostenibile, tra quelli di proprietà e quelli dei conferitori, sono oltre cinquecento gli ettari vitati dai quali arrivano le uve per la produzione dei Franciacorta Berlucchi. 

Con oltre quattro milioni di bottiglie prodotte annualmente, quelle di Berlucchi sono etichette davvero di assoluto valore, puntualmente ben calibrate in ogni più piccola sfumatura, e pensate per soddisfare i gusti di tutti e per incontrare i favori di ogni palato

VINI

Berlucchi ’61 Brut Franciacorta
Colore giallo paglierino con riflessi verdolini, spuma soffice, con buona persistenza di una tenue corona, perlage sottile e continuo 
All’olfatto è fresco, ricco, elegante, discretamente persistente, con note di frutti a polpa bianca e sentori agrumati
Al gusto rivela notevole freschezza e gradevole acidità; è morbido ed equilibrato, con una piacevole sensazione agrumata nel finale.
Abbinamenti: è un vino consigliabile dall’aperitivo a tutto pasto e accompagna ottimamente alcuni piatti tipici della Franciacorta, dai casoncelli (ravioli ripieni) ai pesci di lago (persico e salmerino)

Berlucchi ’61 Rosé Franciacorta
Colore rosa intenso, che può variare leggermente a ogni vendemmia per il diverso grado di maturazione fenolica del Pinot Nero, spuma soffice, morbida, con buona persistenza di una tenue corona; perlage sottile
All’olfatto ha note eleganti di frutti di bosco e frutta matura, ben amalgamate con delicati profumi di lieviti e crosta di pane con una piacevole vinosità, dovuta alla breve macerazione del Pinot Nero sulle bucce in fase di vinificazione
Al palato è fine, elegante, vivace e di buon corpo; il dosaggio medio-alto di zuccheri va ad equilibrare la spiccata acidità
Abbinamenti: ottimo come aperitivo, può accompagnare piacevolmente salumi e primi piatti saporiti e formaggi, anche stagionati; esalta la sua struttura abbinato ai crostacei

Berlucchi ‘61 Satèn  Franciacorta
Colore giallo paglierino intenso, spuma soffice e cremosa, buona persistenza di una tenue corona; perlage sottile e continuo
All’olfatto è ricco, elegante, variegato con sentori di frutta matura gialla tropicale, che in progressione si concentrano per poi evolvere in note di agrume candito
Al gusto rivela una spiccata acidità e sapidità, presenta grande struttura, rara piacevolezza di beva che si conclude con un lungo e preciso finale
Abbinamenti: ottimo come aperitivo è ideale, con risotti delicati e piatti a base di pesce. Da provare con prosciutto crudo di Sauris, Parma o San Daniele e formaggi non troppo stagionati